La capitale italiana è una di quelle città che vanno visitate in maniera approfondita almeno una volta nella vita. In effetti, capita spesso e volentieri di recarsi a Roma, senza però avere la minima idea che, oltre alle usuali rotte turistiche, la capitale nasconda tanto altro da vedere e da ammirare.

Insomma, per tutti coloro che vogliono andare alla scoperta di un lato un po’ più misterioso e meno conosciuto di Roma, la cosa migliore da fare è cercare di non seguire gli usuali percorsi che prevedono di passare dai tradizionali monumenti e dalle zone più pubblicizzate della capitale.

Come spostarsi a Roma

Prima di andare alla scoperta dei luoghi più particolari di Roma, è importante avere una panoramica completa dei mezzi per muoversi all’interno della città. Se metro e pullman rappresentano spesso e volentieri un’ottima opportunità per muoversi in centro, è bene sottolineare come il noleggio con conducente Roma può essere davvero un’idea innovativa e all’avanguardia su cui puntare.

La casina delle civette

Nella spettacolare tenuta Torlonia che si trova lungo via Nomentana, c’è la possibilità di scoprire uno splendido edificio dalla forma decisamente particolare, che è stato ribattezzato Casina delle Civette. Il motivo è semplice da intuire, dal momento che si riferisce al ben noto animale, che era anche quello maggiormente apprezzato e amato da parte del Principe Torlonia.

Se non è semplice assegnare uno stile architettonico ben preciso alla Casina delle Civette, dal momento che la realizzazione di questa strana Casina è avvenuta con un vero e proprio intreccio di stili, a partire dal gotico fino ad arrivare al liberty. Quel che è sicuro è che una visita a questa struttura permetterà di tornare un po’ bambini, quando era facile immaginare di vivere all’interno di una casa incantata. Guardando Casina delle Civette, la sensazione è proprio quella.

La Chiesa di Sant’Ignazio

A Roma ci sono tantissime chiese, ma una visita la merita sicuramente quella di Sant’Ignazio, nonostante non sia certo una di quelle più famose. Il motivo è rappresentato da un’incredibile cupola, che riesce a catturare in men che non si dica ogni visitatore dopo che si entra nell’edificio religioso.

Si tende, spesso e volentieri, a varcare l’ingresso e a spostarsi lungo la navata per ammirare la cupola da vicino, ma si può notare un effetto veramente stranissimo. Ovvero, la cupola, ai nostri occhi, tenderà a schiacciarsi più ci si avvicina.

Come è possibile tutto questo? La spiegazione di tale fenomeno, in realtà, è molto facile da intuire, dal momento che in origine la cupola spettacolare che era prevista per questa chiesa non fu mai costruita per colpa di una serie di problematiche di natura tecnica. Ecco spiegato il motivo per cui Andrea Pozzo, per evitare di abbandonare la chiesa e lasciarla incompleta, decise in ogni caso di realizzare una cupola, anche se in realtà era fittizia.

Di conseguenza, lo spazio piatto su cui la medesima cupola avrebbe dovuto essere eretta, è stata dipinta usando la tecnica che viene chiamata del trompe-l’oeil. Si tratta di una tecnica che consente di ricreare una sorta di illusione dal punto di vista ottica, e che permette di ammirarla come se fosse tridimensionale se guardata da un certo punto che viene indicato sulla pavimentazione della chiesa.

La Galleria Spada

L’idea innovativa di Francesco Borromini per cercare di soddisfare uno dei suoi tanti committenti, nello specifico Bernardino Spada, riesce a stupire ancora oggi. Il celebre artista, infatti, scelse di realizzare una galleria in grado di garantire l’illusione di essere decisamente lunga, anche se in realtà si sviluppata solamente su otto metri e mezzo. Un’illusione possibile visto che i piani su cui si estende la galleria terminano in un solo punto di fuga, creando quindi una forma a cannocchiale.

https://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2021/11/roma-1024x683.jpghttps://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2021/11/roma-150x150.jpgMattiaLuoghi e viaggiLa capitale italiana è una di quelle città che vanno visitate in maniera approfondita almeno una volta nella vita. In effetti, capita spesso e volentieri di recarsi a Roma, senza però avere la minima idea che, oltre alle usuali rotte turistiche, la capitale nasconda tanto altro da vedere e...