Si definisce come marketing manager quel professionista esperto nell’analisi economica e del mercato che l’azienda sta perseguendo. 

Già da questa prima definizione si può capire quanta importanza abbia una figura del genere all’interno di qualsiasi azienda, che essa sia piccola, media o di grandi dimensioni.

L’obiettivo del marketing manager sarà sempre quello di accrescere il reddito d’impresa con l’uso di strategie di marketing.

Perché la scelta di questo titolo?

Se pensiamo allo scorso anno noteremo come ci sia stato un rallentamento dell’economia per tutte le aziende, con professionisti che, d’un tratto, si sono ritrovati senza lavoro.

In questo enorme marasma tanti di questi professionisti si sono reinventati e hanno dato vita a nuove figure lavorative.

La stragrande maggioranza dei lavori nati in quarantena deriva però dal marketing manager.

Degli esempi? 

Fra i più conosciuti abbiamo il Web Marketing Manager e il Social Media Manager, esperti di marketing e comunicazione nei vari canali a disposizione dell’azienda (il digital marketing).

Come questi marketing manager ne esistono tanti altri, ma li analizzeremo nel seguente paragrafo con più dettagli riguardo le competenze di cui sono in possesso.

Di cosa si occupa un marketing manager

Non è semplice definire cosa fa un marketing manager avendo a disposizione differenti settori a cui può far riferimento.

Infatti, il lavoro del marketing manager varia a seconda dell’azienda e della funzione che gli viene assegnata.

In linea di massima, il percorso di un marketing manager parte sempre da un’analisi di tre aspetti fondamentali:

  • Il mercato di riferimento;
  • Quelli che possono essere i potenziali clienti (il target);
  • La concorrenza (le aziende concorrenti che producono beni simili o uguali all’azienda in questione).

L’analisi di questi tre aspetti risulterà importante per programmare un’attività di marketing (sulla base degli obiettivi aziendali) e metterla in atto.

Come dicevamo, sono tante le competenze e, in generale, i ruoli che questa figura ricopre all’interno di un’azienda.

Inoltre, più grande è l’azienda e più si andrà a ramificare questa professione. 

Nel dettaglio distinguiamo:

  • Social Media Manager: Il social media manager è un esperto di comunicazione nei vari canali online, quindi nei vari social network, in cui, attraverso delle campagne pubblicitarie studiate ad hoc, è in grado di migliorare quella che è la visione che ha il pubblico di un determinato prodotto o dell’intero comparto aziendale;
  • Web Marketing Manager: Questa tipologia di marketing manager si è sviluppata nel tempo e con la crescita di Internet ha avuto un boom di richieste da parte delle aziende. Si occupa della creazione di piani di marketing su motori di ricerca e siti web, con strumenti come la SEO (search engine optimizer) e la SEM (search engine marketing). Se siete spaventati da cosa siano e non sapete come avvicinarvi a questo settore, seguire un Corso Web marketing manager è l’ideale per voi 
  • Product Manager: Il product manager è un professionista specializzato nel marketing di un prodotto. Il suo lavoro parte dall’analisi delle quattro p del marketing (price, product, place e promotion), al fine di portare al successo il prodotto/ servizio proposto dall’azienda;
  • Brand Manager: Questa tipologia di marketing manager si occupa del coordinamento dei product manager, quindi, nel concreto, attua attività di marketing che partono dal singolo prodotto per arrivare all’intera azienda e quello che è il marchio (in inglese brand), l’immagine e la sua reputazione (brand image e brand reputation);
  • Account Manager: si occupa della gestione dei canali di vendita dell’azienda (dalla scelta di applicare eventuali promozioni alla ricerca di nuova clientela e partner per l’azienda) e dei clienti che decidono di acquistare il prodotto/ servizio proposto. Inutile dire che, per ricoprire questo ruolo, un manager deve avere forti doti relazionali oltre che di comunicazione in generale.

Naturalmente, in un settore in continuo cambiamento come il digital marketing, si vengono a creare di continuo nuove specializzazioni e posizioni per dei nuovi manager.

Gli ultimi due su cui è doveroso soffermarsi per capire di cosa si tratta questa ramificazione sono il Content Manager e il Community Manager.

Il primo si occupa della creazione e della gestione di tutti i contenuti condivisi e condivisibili sui vari canali social e sul web (per contenuti si intendono i testi e tutti i file multimediali come immagini e video e audio pubblicati online).

Il secondo è specializzato nella gestione della community del marchio (le community sono quei ritrovi online in cui gli utenti hanno modo di condividere le proprie esperienze al fine di trovare o dare dei consigli agli altri utilizzatori). Per coprire questo ruolo occorrono ottime capacità di pianificazione in quanto, il community manager, si occupa anche della gestione degli eventi connessi all’azienda (ad esempio, le fiere in cui viene lanciato un nuovo prodotto sul mercato).

Come diventare dei marketing manager nel 2021

Essendo una figura completamente nuova, aggiuntasi negli ultimi anni all’interno dell’organico aziendale, è difficile stabilire quale possa essere per un neofita un percorso adeguato, specialmente se lo vuole intraprendere fin da giovane.

Infatti, non esistono ancora percorsi scolastici studiati su misura per poter diventare dei marketing manager.

Un primo consiglio è sicuramente quello di intraprendere un percorso universitario di tipo economico (Es. ingegneria gestionale, economia e management ecc…).

Ciò che accomuna tutte queste figure, infatti, sono le conoscenze possedute di economia, le tre analisi fondamentali citate in precedenza (mercato, target e concorrenza), lo studio delle 4P del marketing e tante altre competenze, possono essere raggiunte solo con lo studio di materie economiche.

Il secondo passo sarà poi specializzarsi nel digital marketing prendendo parte a percorsi formativi (non strettamente legati al contesto universitario) che vi diano la praticità e che vi spieghino come applicare quelle conoscenze teoriche apprese negli anni di università.

La conoscenza, ad esempio, di strumenti come la SEO e la SEM (necessaria per lavorare come web marketing manager) si raggiunge solo con una formazione approfondita da autodidatta o con dei tutor che vi seguono nello studio.

Uno studio di questo tipo è offerto da Mac Formazione e dai tanti professionisti che collaborano con loro, sempre pronti a darvi una mano e a capire quale possa essere la strada lavorativa adatta a voi per poi ritagliarvela addosso.

Cosa aspettarsi dal futuro

Da qui ai prossimi anni, con la crescita del mondo digital si verranno a creare tantissime nuove figure ed è impossibile prevedere un sentiero unico, c’è da dire però che, se si andrà sempre più verso la digitalizzazione (e questa sembra essere la direzione intrapresa), acquisiranno sempre più importanza la figura esistenti del Marketing Manager, così come quella dell’ E-Commerce Manager e di professionisti nell’applicazione di strategie di marketing.

Per questo motivo entrare adesso in questo settore completamente nuovo può essere la strada che porterà al successo molti di voi.

Non tardate ad approfittarne.

https://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2021/07/marketing-1024x726.jpghttps://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2021/07/marketing-150x150.jpgMattiaWebSi definisce come marketing manager quel professionista esperto nell’analisi economica e del mercato che l'azienda sta perseguendo.  Già da questa prima definizione si può capire quanta importanza abbia una figura del genere all’interno di qualsiasi azienda, che essa sia piccola, media o di grandi dimensioni. L’obiettivo del marketing manager sarà sempre...