Cos’è la Postepay Evolution

La Postepay Evolution è una carta ricaricabile prepagata munita di IBAN e, per questo, rientra nella famiglia delle c.d. carte conto. Questo significa che possiede un plus rispetto alla moneta elettronica ordinaria (carte di credito/debito): infatti, con Postepay Evolution è possibile effettuare, oltre ai prelevamenti, anche pagamenti a mezzo bonifico nonché ricevere accrediti, senza che vi sia la necessità di avere un conto corrente d’appoggio. Ma se l’utilità di questo prodotto distribuito da Poste Italiane è chiara, altrettanto non si può dire per il suo costo.

Tutti i costi della Postepay Evolution

Per ricevere la Postepay Evolution servono 5 euro, mentre per attivarla occorre effettuare una ricarica di almeno 15 euro. Il canone annuo (con scadenza a fine dicembre) è di 10 euro, mentre le commissioni applicate sui prelievi presso gli sportelli ATM sono pari a zero, per i bancomat del circuito Postamat, e a 2 euro per quelli di altri istituti di credito. Se, poi, si preleva dall’estero, in area extra-euro, le commissioni salgono a 5 euro. Le spese per ogni ricarica sono di 1 euro, mentre i bonifici costano da 1 a 9 euro.

Massimali e ricariche

Veniamo alle caratteristiche della Postepay Evolution in quanto carta di credito. La carta ha scadenza quinquennale, il suo plafond massimo è di 30mila euro e può essere ricaricata per un importo inferiore o uguale a 100mila euro all’anno. Ogni ricarica non può essere superiore a 15mila euro. Giornalmente può essere utilizzata per complessivi 3.500 euro (limite che, considerato per mese, diventa pari a 10mila euro): la carta rientra nel circuito Mastercard, quindi è facilmente utilizzabile in tutti gli esercizi commerciali, online e anche all’estero. La carta può servire anche per rimborsare alcune tipologie di micro-prestiti personali erogati da Poste Italiane.

Difetti e mancanze della Postepay Evolution

Tutto sommato, l’ingresso nel mondo delle carte di conto da parte di Poste Italiane non è di quelli più luminosi. Postepay Evolution è un ibrido che sicuramente dà qualche servizio in più rispetto alla versione classica della prepagata, ma ne offre anche decisamente meno di tante altre carte conto presenti sul mercato. Una delle note più dolenti, riguarda la mancanza di un vero e proprio internet banking d’appoggio, l’impossibilità di pagare i tributi (con MAV o con F24) e, a conti fatti, il suo costo. Non trattandosi di un prodotto completo, ossia ampiamente fruibile senza un conto corrente abbinato, commissioni, oneri di gestione e spese accessorie alle diverse operazioni appaiono esagerati.

http://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2017/06/postepay-evolution.jpghttp://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2017/06/postepay-evolution-150x150.jpgRedazioneserviziCos'è la Postepay Evolution La Postepay Evolution è una carta ricaricabile prepagata munita di IBAN e, per questo, rientra nella famiglia delle c.d. carte conto. Questo significa che possiede un plus rispetto alla moneta elettronica ordinaria (carte di credito/debito): infatti, con Postepay Evolution è possibile effettuare, oltre ai prelevamenti, anche...