La voltura e il subentro sono due operazioni fondamentali per la gestione delle forniture di luce e gas che  si svolgono durante traslochi e trasferimenti. Nonostante questi punti di contatto, le due operazioni sono ricche di diversità sia nelle procedure che nelle finalità. Qual è dunque la differenza tra subentro e voltura? Quando è necessario fare l’una o l’altra?

 

Cos’è il subentro?

Per “subentro” si intende l’attivazione della fornitura di energia elettrica da parte di un nuovo cliente, in seguito alla cessazione del contratto del cliente precedente che aveva richiesto la disattivazione del contatore. Per quanto riguarda, invece, la procedura burocratica necessaria per procedere con un subentro, è opportuno fare presente che essa è molto simile a quella relativa all’attivazione. Anche in questo caso, dovresti necessariamente procedere con l’inoltro della stessa al venditore che avrà il compito di raccoglierla e, a sua volta, di inoltrarla al distributore entro 2 giorni.

 

Cos’è la voltura?

Con il termine “voltura” si fa riferimento al passaggio del contratto di fornitura di energia elettrica da un cliente ad un altro senza alcuna interruzione dell’erogazione del servizio. Per questo motivo la voltura è una procedura molto utilizzata, in quanto ritenuta più comoda, rispetto al subentro. La voltura viene effettuata, ad esempio, quando ci si trasferisce in una nuova abitazione dove i contatori di luce e gas sono ancora attivi. Se devi richiedere la voltura luce e gas dovrai sottoscrivere una richiesta apposita alla compagnia di energia che eroga i servizi, chiamando il numero verde o direttamente dal sito. Dopo aver fatto ciò, sarà compito della compagnia inviarti tramite posta una copia del nuovo contratto che dovrai firmare e inviare nuovamente alla compagnia stessa.

 

Differenza tra subentro e voltura

La grande differenza tra subentro e voltura sta nel costo e nella gestione delle morosità pregresse. E’ necessario sottolineare che la voltura ha costi molto più bassi rispetto al subentro (i cui costi variano in base al tipo di contratto stipulato), poiché non comporta alcun distacco nell’erogazione di luce e gas ma soltanto la modifica dell’intestatario del contratto di fornitura. Inoltre è necessario informarsi sulla eventuale esistenza di morosità pregresse relative al precedente inquilino e che potrebbero portare anche al distacco del contatore.

http://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2018/05/differenza-tra-subentro-e-voltura-1024x683.jpghttp://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2018/05/differenza-tra-subentro-e-voltura-150x150.jpgmatteoservizidifferenza tra subentro e voltura,differenza tra subentro e voltura gratis,differenza tra subentro e voltura offerteLa voltura e il subentro sono due operazioni fondamentali per la gestione delle forniture di luce e gas che  si svolgono durante traslochi e trasferimenti. Nonostante questi punti di contatto, le due operazioni sono ricche di diversità sia nelle procedure che nelle finalità. Qual è dunque la differenza tra...