I neo genitori si trovano spesso a chiedersi quale sia il pannolino più adatto per il proprio figlio. Le diverse marche in commercio, infatti, presentano dei pannolini con caratteristiche diverse che devono essere valutate al fine di acquistare il prodotto più adatto alle esigenze del piccolo.

Le dimensioni dei pannolini

A seconda dell’età del proprio bambino andranno acquistati i pannolini delle giuste dimensioni. Le confezioni aiutano molto in questo senso poiché, nelle stesse, sono indicate le taglie relative al peso.

In linea generale la taglia uno si utilizza nel primo mese di vita del bambino, mentre le altre taglie, che di solito vanno dalla due alla sei, a seconda dell’età. Esistono poi pannolini per i prematuri di dimensioni molto piccole.

Prima di scegliere una taglia piuttosto che un’altra basandosi semplicemente sull’età occorre però considerare il peso del piccolo. Anche se ha l’età giusta per passare a un pannolino di taglia maggiore, infatti, potrebbe non raggiungere il peso giusto per cui meglio attendere che cresca.

I pannolini non devono essere troppo larghi perché altrimenti non riuscirebbero ad assorbire i bisogni del piccolo soprattutto nei primi giorni di vita quando le feci sono molto liquide, ma nemmeno troppo stretti per non impedire i loro movimenti. Un consiglio valido e utile per verificare l’idoneità della grandezza del pannolino è quello di far passare un dito tra la pelle del piccolo e la chiusura del pannolino stesso per verificare se lo spazio è troppo o troppo poco.

L’assorbenza dei pannolini

Un altro aspetto da considerare è la capacità di assorbenza del pannolino. Questa deve essere tale a garantire che la pelle del piccolo rimanga asciutta soprattutto durante la notte.

I pannolini di qualità devono essere composti da tre strati: interno, assorbente ed esterno. Il primo è quello che entra in contatto con la pelle del piccolo per cui deve essere morbido e rimanere asciutto facendo convogliare i liquidi nello strato successivo, ossia quello assorbente.

Lo strato assorbente è situato al centro del pannolino e serve per catturare e trattenere i liquidi impedendo che questi vengano a contatto con la cute. In genere lo strato assorbente è costituito da fibre di cellulosa e gel chimici super assorbenti che devono avere una caratteristica imprescindibile: essere atossici.

Lo strato esterno serve per non far uscire i liquidi dal pannolino, lasciando i vestiti asciutti e puliti. Proprio per questo motivo, la parte esterna è in genere realizzata con materiale plastico impermeabile.

Esistono in commercio pannolini pensati per essere indossati di notte poiché hanno un potere di assorbenza maggiore e pannolini impermeabili che servono in casi particolari, come per esempio al mare o in piscina e in tutte quelle situazioni dove il bambino entra in contatto con l’acqua. I pannolini impermeabili utilizzano uno speciale strato assorbente che non si espande in acqua e mantiene la propria conformazione.

Per lo smaltimento dei pannolini usa e getta è veramente utile considerare l’acquisto di un contenitore per i pannolini. Evitano che i cattivi odori vadano a diffondersi nell’intera casa. Un aspetto negativo di questo prodotto è il costo delle ricariche originali, ma una volta terminate si può considerare di acquistare quelle compatibili che consentono di risparmiare qualche soldino. Un esempio sono queste qui.

Pannolini biodegradabili e lavabili

I pannolini descritti fino ad ora sono considerati pannolini monouso poiché, una volta tolti devono essere gettati.
È possibile acquistare anche pannolini biodegradabili e lavabili. I primi sono sempre pannolini monouso ma hanno la caratteristica di essere realizzati con materiali naturali al 100% e quindi compostabili in maniera migliore.

I pannolini lavabili possono essere riutilizzati dopo essere stati lavati, anche in lavatrice. Il vantaggio principale di questa tipologia sta nel fatto che si avrà un minor dispendio economico per l’acquisto dei pannolini ma, dall’altro canto, sono più impegnativi.

Per i più grandi ci sono poi i pannolini a mutandina che si presentano come delle normali mutandine ma con un livello di assorbenza maggiore.

http://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2019/05/pannolini-scegliere-quello-piu-adatto.jpghttp://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2019/05/pannolini-scegliere-quello-piu-adatto-150x150.jpgRobertoCuriositàI neo genitori si trovano spesso a chiedersi quale sia il pannolino più adatto per il proprio figlio. Le diverse marche in commercio, infatti, presentano dei pannolini con caratteristiche diverse che devono essere valutate al fine di acquistare il prodotto più adatto alle esigenze del piccolo. Le dimensioni dei pannolini A...