Erano gli anni ’90 quando puntualmente ogni Natale era accompagnato dall’uscita nelle sale cinematografiche dall’ennesimo Classico Disney: Il Re Leone, La Bella e la Bestia, La Sirenetta e tanti altri capolavori della cinematografia per bambini, che sono rimasti nella storia del cinema e che ancora oggi riscuotono un enorme successo fra adulti, all’epoca bambini, e nuovissime generazioni. Oggi, a distanza di quasi trent’anni, il Natale Disney continua a raccogliere consensi ed ammirazione e le tante repliche trasmesse in Tv raccolgono numerosi appassionati e curiosi.

Natale Disney: un’avventura per ogni bambino

Non si può parlare del Natale Disney  senza nominare una delle pellicole natalizie più emozionanti di sempre: ‘A Christmas Carol’. Il film del 2009 diretto da Robert Zemeckis è uno dei numerosi adattamenti cinematografici d’animazione dell’omonimo racconto di Charles Dickens. Uno dei titoli divenuto un classico del Natale Disney, tratta della vita del dispotico Ebenezer Scrooge, un uomo arido che con il tempo riuscirà ad apprezzare il giusto sapore della vita, con le sue disgrazie e le sue intense manifestazioni d’amore.

La storia della pellicola si apre alla vigilia di Natale nella Londra di metà ottocento: Scrooge, dispotico ed avaro proprietario di un negozio di cambio, detesta il Natale e non ama il clima di festa che ogni anno avvolge la città. Natale Disney: A Christmas Carol

Il nipote e suo dipendente Fred lo invita nella sua umile casa per trascorrere la cena della vigilia, ma Scrooge rifiuta di malo modo. Inoltre vive un battibecco con il suo collaboratore Bob, reo di avergli domandato l’intera giornata di riposo per il 25 dicembre, in modo da trascorrere la festività in famiglia.

Senza alcun impegno in programma, Scrooge chiude il negozio e torna a casa solitario. Mentre è solo a consumare il suo umile pasto, riceve la visita dello spirito di Jacob Marley, il suo socio defunto sette anni prima, proprio durante la notte della vigilia di Natale.

Marley si presenta costretto da pesanti ed ingombranti catene collegate a forzieri straripanti di monente e tesori e spiega a Scrooge che si tratta della sua punizione per l’avarizia dimostrata in vita. Allo sguardo spaventato di Scrooge, Marley spiega che il suo destino non è ancora segnato e gli annuncia l’imminente visita di tre spiriti: lo spirito del Natale passato, quello del Natale presente e quello del Natale futuro.

Natale Disney: A Christmas Carol e gli spiriti del Natale

Il primo spirito mostra a Scrooge il Natale della sua infanzia, l’amore per sua sorella Fan e le festività che l’uomo trascorse in compagnia della sua fidanzata, prima che lo abbandonasse ai primi segni di avarizia. Alla vista di queste scene, Scrooge, preso dalla tristezza, prova a spegnere il fantasma, rappresentato nel film come una candela.

E’ poi il momento del fantasma del Natale presente e Scrooge vede l’allegria e l’armonia delle persone che lo circondano, paragonandola alla tristezza ed alla mestizia che invece caratterizza le sue festività. Lo spirito del Natale futuro, invece, mostra Scrooge ormai morto ed il grande disprezzo che raccoglierà dopo la sua dipartita. Preso dallo sconforto Scrooge cambierà completamente ed apprezzerà il Natale come mai prima.

http://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2015/10/NataleTopolino_BG.jpghttp://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2015/10/NataleTopolino_BG-150x150.jpgGianluigiCuriositàErano gli anni '90 quando puntualmente ogni Natale era accompagnato dall'uscita nelle sale cinematografiche dall'ennesimo Classico Disney: Il Re Leone, La Bella e la Bestia, La Sirenetta e tanti altri capolavori della cinematografia per bambini, che sono rimasti nella storia del cinema e che ancora oggi riscuotono un enorme...