Il web ha creato moltissime nuove professioni e consentito a molte persone di vivere delle proprie passioni, anche tramite semplici condivisioni. Si possono quindi trovare freeelance che si occupano della realizzazione dei siti web e altre figure che si concentrano su altri aspetti grafici e di contenuti. Se queste due tuttavia possono essere considerate professioni ormai consolidate nel mondo di Internet ne è nata un’altra che rappresenta addirittura un rampolino di lancio per scenari come la televisione o il cinema (vedi Frank Matano e Rovazzi): lo youtuber. Come nel caso degli altri mestieri del web, anche questa figura guadagna denaro attraverso la sua attività una volta che ha iniziato a farsi conoscere e ad ottenere un discreto numero di visualizzazioni.

Youtube come molti altri canali multimediali interattivi ha sostituito in gran parte il ruolo che una volta era di esclusivo appannaggio della televisione: i youtuber sono infatti conosciuti da chiunque, molto spesso grazie a video che non avevano neanche l’obiettivo di farli diventare famosi ma di fare e di pubblicare semplicemente qualcosa di divertente. Le tipologie di video che vengono condivise dai youtuber sono le più disparate: si va da esibizioni musicali passando poi per scherzi stile ”candid camera”, fino ad arrivare a opinionisti e nuovi talenti comici che si mettono in piazza con gag e battute. Una curiosità aleggia comunque su questa nuova professione: quanto guadagna uno youtuber e come fa a riuscirci? Si può dire che il profitto per uno chi pubblica i propri video viene reso possibile principalmente da una partnership, spesso con Google, attraverso cui più un video viene visualizzato più chi lo ha pubblicato guadagnerà con la pubblicità, appunto, inserita tramite i canali di Google.

Se anni fa chi condivideva video su Youtube era costretto a inserire gli Stati Uniti come Stato di residenza per guadagnare con i video e doveva aspettare anche giorni per il responso da parte dell’azienda californiana, oggi chiunque può guadagnare con i contenuti personali su Youtube grazie appunto al canale pubblicitario di Google Adsense.
Le visualizzazioni non sono da confondere con il numero di visitatori che accede a una pagina Web, pertanto una singola persona può anche vedere lo stesso video per molte volte oppure condividerlo sulle proprie pagine social.
Ma quanto guadagna uno youtuber? Ci sono due modi con cui questo avviene: il primo è quello che per guadagnare cento euro il video dell’utente dovrà aver ricevuto 100.000 visualizzazioni, un’altra è che per ogni mille visite entro 30 giorni dall’ultimo pagamento verranno corrisposti 7 euro allo youtuber. Una cosa è certa: per guadagnare bene, in questo come in altri campi, bisogna darsi veramente da fare.

http://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2017/06/youtube.jpghttp://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2017/06/youtube-150x150.jpgRedazioneCuriositàIl web ha creato moltissime nuove professioni e consentito a molte persone di vivere delle proprie passioni, anche tramite semplici condivisioni. Si possono quindi trovare freeelance che si occupano della realizzazione dei siti web e altre figure che si concentrano su altri aspetti grafici e di contenuti. Se queste...