L’origine dei tornado rappresenta un fenomeno atmosferico che risulta essere abbastanza distruttivo e pericoloso: ecco come esso si forma e quali sono le sue potenziali conseguenze negative.

Il tornado: come nasce

Le origini del tornado vengono analizzate dalle previsioni meteo per prevenire delle situazioni che risultano essere, quasi sempre, catastrofiche e devastanti
Il primo elemento che determina la nascita dei suddetti fenomeni atmosferici è la nube di grandine: essa possiede una conformazione molto differente rispetto le classiche nuvole temporalesche.
Le origini del tornado sono possibili se, oltre al primo elemento, vi è un incontro tra la corrente d’aria calda, che tende a salire, ed una d’aria fredda che, partendo dalla nube, tende a scendere verso terra.
Quando le due si incontrano, avviene un fenomeno che comporta la rotazione, a gran velocità, dell’aria: le origini dei tornado avvengono in questo preciso momento, ovvero con le due correnti che ruotano e che giungono fino alla nube di grandine.

Un fenomeno molto rapido

Quando le previsioni meteo annunciano le origini del tornado, la situazione viene subito definita come codice di massima allerta. Questo per il semplice fatto che, le correnti che vi sono all’interno di questo fenomeno atmosferico, devastano ogni zona che incontrano. meteo-previsioni
Il roteare del tornado attira, aspirando, i vari elementi che sono presenti in una determinata zona, cosa che comporta una situazione di pericolo. Le zone dove si sviluppa un tornado viene generalmente evacuata, proprio per evitare che, le persone, possano perdere la vita.

Generalmente, le origini dei tornado vengono annunciate con qualche ora d’anticipo dalle previsioni meteo, proprio per permettere alle persone che abitano in una determinata zona, di potersi preparare al peggio ed evitare che, la loro vita, possa essere in pericolo. Questo accade indipendentemente dalla velocità del tornado la cui massima, ovvero quella maggiormente devastante, ha raggiunto i 400 chilometri orari.

Come vengono eliminate le trombe d’aria

Grazie a diversi studi sul fenomeno atmosferico, le autorità competenti hanno scoperto un metodo per poter evitare che, tale fenomeno, possa compromettere una determinata zona e la vita delle persone che vivono in quel luogo.

Dopo che il meteo annuncia lo svilupparsi di un tornado, le suddette autorità intervengono sul fenomeno atmosferico con particolari aerei, nei quali viene posto del ghiaccio secco.
Tale elemento non fa altro che appesantire la nube e soprattutto rallentare la velocità delle correnti dell’aria.

Una volta che il ghiaccio fa il suo effetto, il tornado tende a scomparire nel giro di pochissime ore: al suo posto però si manifesta un secondo fenomeno atmosferico, ovvero piogge che possono durare per diversi giorni.

Anche in questo caso, il meteo tende a mettere in allerta le persone che vivono in una determinata zona, visto che essa potrebbe essere soggetta ad allagamenti e altri fenomeni dello stesso tipo.
In tutti i casi, dopo che il tornado viene eliminato, è importante che, anche sul suolo italiano, si attenda la fine della pioggia, in maniera tale che, le condizioni meteo, diventino maggiormente serene e rassicuranti ed evitino delle situazioni tutt’altro che positive.

http://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2016/03/meteo-previsioni.jpghttp://www.tingweb.it/wp-content/uploads/2016/03/meteo-previsioni-150x150.jpgGianluigiCuriositàL'origine dei tornado rappresenta un fenomeno atmosferico che risulta essere abbastanza distruttivo e pericoloso: ecco come esso si forma e quali sono le sue potenziali conseguenze negative. Il tornado: come nasce Le origini del tornado vengono analizzate dalle previsioni meteo per prevenire delle situazioni che risultano essere, quasi sempre, catastrofiche e...